Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

SSI.7.b.3 GIRARROSTO

Obiettivi:

L'obiettivo è la riqualificazione dell'area, il recupero del patrimonio edilizio esistente e la realizzazione di attività ricettive alberghiere.

Destinazioni d'uso:

Attività urbane: solo attività per la ristorazione e pubblici esercizi; Attività ricettive - Alberghi ai sensi articolo 26 L.R. 42/2000: S.U.L. minima mq. 2.000;
Residenza: S.U.L. massima 1.000 mq.;
Residenza Convenzionata.

Interventi ammessi - Quantità insediabili:

Sugli edifici esistenti sono ammessi gli interventi descritti nella Modificazione edilizia 3, il fronte sul lato ovest è vincolato con la Modificazione edilizia 2.
Sugli edifici individuati con le lettere A - B e C oggetto di cambio d'uso verso le Attività Ricettive - Alberghi ai sensi articolo 26 L.R. 42/2000 sono ammessi gli interventi di Ristrutturazione Edilizia
Sui restanti edifici è consentito l'intervento di sostituzione edilizia con ampliamento sino alla S.U.L. edificabile complessiva di mq. 3.400 comprensivi anche degli interventi di ristrutturazione edilizia.
Nel caso che non venga realizzata la Residenza Convenzionata la S.U.L. edificabile complessiva è di mq. 3.000.
Al fine di favorire un miglior inserimento ambientale degli edifici conseguenti agli interventi di sostituzione edilizia è consentita la realizzazione di un numero di edifici anche superiore a quello preesistente.
L'intervento è comunque subordinato al recepimento della dotazione di parcheggi pertinenziali ai sensi della L. 122/89 per ciascuna delle nuove unità immobiliari realizzate con destinazione d'uso a Residenza.

Aree per servizi (standard urbanistici):

Le aree a verde e a parcheggio individuate quantitativamente nella tavola del Regolamento Urbanistico saranno specificatamente localizzati in sede di progetto esecutivo; i parcheggi pubblici o di uso pubblico potranno essere reperiti anche all'esterno del perimetro dell'area in misura come da D.M. 1444/68. e saranno riferiti alle quantità di S.U.L. in ampliamento.

Modalità di intervento:

Concessione edilizia per stralci funzionali. Il primo intervento oggetto di Concessione dovrà essere riferito alla struttura alberghiera.