Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

SSI.7.d.23 - A - B EX HOTEL IL CACCIATORE - COMPLETATA

Obiettivi:

L'obiettivo del piano è il recupero del patrimonio edilizio esistente dell'ex hotel il Cacciatore, con il trasferimento dell'attività ricettiva nella ex dependance (lotto B) e la realizazione di attività urbane al piano terra del lotto A).

Destinazioni d'uso:

Attività urbane, Residenza, Attività ricettive.

Interventi ammessi - Quantità insediabili:

Lotto A: sono ammessi gli interventi descritti dalla Modificazione edilizia 4. L'edificabilità massima non dovrà superare i 1.020 mq di S.U.L. destinata a Residenza e Attività urbane. La quantità di S.U.L. destinata a Residenza non può essere superiore a quella esistente complessiva.Altezza massima 10,40 ml.
Lotto B: sono ammessi gli interventi descritti nella modificazione edilizia 4. Altezza massima ml. 7,90.

Aree per servizi (standards urbanistici):

Le aree necessarie per parcheggi pubblici sono da reperire in altra area destinata a tale uso, indicata dall'Amministrazione Comunale, o monetizzate.

Prescrizioni specifiche:

Il piano terra dell'edificio nel lotto A) deve essere destinato ad attività urbane.
Per l'edificio del lotto B) è ammessa la destinazione d'uso Attività ricettive.
L'intervento di ampliamento nel lotto A è subordinato alla realizzazione del percorso pedonale che unisce via Mozza al Fosso del Renaione - Corso Italia p alla relativa monetizzazione.

Modalità di intervento:

Piano Attuativo di iniziativa privata.